martedì 19 febbraio 2013

Oltre le nere porte



















Così spalanco
Le porte del mio Inferno
Prigione di anime perdute
Che urlano al cuore
"Non sei all'altezza!".

Diversità palpabile
Diversità incompresa
Diversità condannata

Buio che nei pensieri scivola,
Nero più del nero,
Pesante come piombo,
Bruciante come ghiaccio.

"Non sei all'altezza!"

Così spalanco
Le porte del mio Inferno,
Apro le braccia alla Luce
"Brucerai donna!".

Il cuore involve nel suo dolore,
Come schiacciato dal peso di sé
Per una realtà illusoria
A cui non sembra appartenere,
A cui non sente d'appartenere.

"Brucerai donna!"

Apro le braccia alla Luce,
Alle spalle il vostro Inferno:

Brucerò 
Come il Sole,
Come Stella senz'eguali,
Gridando
La mia Libertà!

2 commenti:

  1. Hel non voglio sembrarti noiosa ma qualche minuto fa' ho scritto che brucerei felice all'inferno libera di pregiudizi e libera, compatendo chi in paradiso vive di falsità .. telepatia di pensieri ? non so ma il mio umore rispecchia cio' che hai scritto ;*****

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto giusto ora :) Si vede che siamo in sintonia ;)

      Elimina